architetti romani

Sandro RANELLUCCI

 

 Sede della Web I&T 

Zona industriale di Aprilia

2002

Architettura per i Servizi

realizzato

 

 

 

 

 

< tutti i progetti di Sandro RANELLUCCI

 

   
Committente dell’opera è la Web I&T, Informatica e Telecomunicazioni. L’area, sulla via Nettunense, a qulche decina di chilometri da Roma, è contraddistinta dalla anonima fisionomia di una campagna troppo frettolosamente trasformata in area industriale. In sostanza l’opera appartiene ad un territorio privo di connotazioni qualitative, incapace di attirare l’attenzione se non mediante segni invadenti o banali.
All’interno dell’edificio realizzato prevalgono spazi neutri concepiti per accogliere server climatizzati, protetti, custoditi. Un alloggio per macchine informatiche che costituiscono l’interfaccia di operatori attivi nel territorio metropolitano.
In sostanza l’edificio individua il suo volto principale nel prospetto rivolto verso la via Nettunense, unico riferimento d’arrivo e di visuale.
Il progetto accetta i limiti di condizione percettiva trasformandoli nel carattere precipuo del progetto.
L’edificio mira a individuarsi soprattutto nella sua facciata. Come in tante architetture storiche, religiose o residenziali del passato il prospetto principale costituisce il piano sul quale si verifica la comunicazione e l’identificazione del ruolo.
La funzione del terziario e ancor più l’inafferrabilità evanescente dell’operatività informatica abbisognano di connotazioni di complemento, di architetture dall’immagine forte. Come in altre occasioni la trama del concio cromaticamente e matericamente sfumato della Vibrapac è assunto come funzionale ad un gioco di riferimenti sospesi tra ordine e disordine, nelle dimensioni e negli allineamenti.
Il volume in cristallo blu offre l’occasione di una proiezione in avanti, nonché quella di una doppia altezza sull’ingresso principale.
L’enorme vaso cilindrico, alto ancor più della vistosa bussola d’ingresso, porta le palme ad oscillare, anche e soprattutto nei loro significati tra un improbabile rinvio, nei pressi di Aprilia, a Miami, e un fuori scala alla Site. L’orologio da vecchia stazione ferroviaria integra il complesso con un contrappunto ironico, per una farm consacrata alla new economy. Coerente con tali connubi di astrazioni, di riferimenti concettuali, di fuori scala pop, si snoda il percorso per il jogging offerto a dipendenti con molto tempo libero, a difesa della loro creatività, sull’ampia copertura.
Committente: Informatica &Telecomunicazioni
Progettista capogruppo: Sandro Ranellucci
Collaboratori: Maria Anna Curcio
Fornitori: Vibrapac