architetti romani

Paola Rossi

 

 Concorso di Idee - 2° CLASSIFICATO 

Santa Marinella

2009

Riqualificazione urbana

non realizzato

 

 

 

 

 

 

 

< tutti i progetti di Paola ROSSI

 

   
RIQUALIFICAZIONE dell’AREA VERDE sita in Santa Marinella - Via Aurelio Saffi Via Etruria (RM)

ENTE BANDITORE :
Comune di Santa Marinella

PROGETTO:
Paola Rossi con Giordano Rossi


REDAZIONE DEL PROGETTO:
Serena De Marsanich
Andrea Gianfelice
Giordano Rossi


Dalla relazione di Progetto:
Partendo dalle richieste dell’Amministrazione comunale che invita in via prioritaria ad integrare e/o a sostituire le attuali attrezzature e le dotazioni di verde presenti nell’area e considerata la “… necessità di predisporre nuovi luoghi di relazione per la cittadinanza…” abbiamo strutturato il Parco lungo l’asse W-E, rappresentato dal percorso pavimentato che attraversa una serie di terrazzamenti e ne unisce i due vertici:
• Scala/belvedere/Terrazza - Piazza/spazi di gioco: volume seminterrato (ma che asseconda la quota naturale)al quale si accede da via Saffi.
• Anfiteatro - Centro sociale: padiglione di forma trapezoidale posto sul preesistente anfiteatro.
La terrazza, che sfrutta il salto di quota e contiene servizi essenziali al parco (magazzino giardinieri, W.C.), si apre in una scalinata che arriva alla quota della piazza sottostante, dove si possono svolgere giochi in libertà (basket, calcetto, pattinaggio a rotelle, skateboard, …) ... punto panoramico rivolto verso la costa.
L’anfiteatro si sovrappone a quello preesistente e costituisce un volume semplice che può contenere le attività di un centro sociale...
L’architettura del centro sociale è ispirata alla massima semplicità e leggerezza ...
Il Padiglione/Centro Sociale affaccia sulla piazza e si incunea nel verde del Parco.
Dalla Copertura /Anfiteatro si può godere della vista del mare all’orizzonte. Il Padiglione è indipendente e accessibile dall’esterno mentre la sua copertura gradinata è in stretto rapporto con l’organizzazione del parco.
Gli ingressi, collocati su tutti e tre i lati accessibili e pensati e disegnati per costituire dei punti vitali di relazione tra il parco ed il suo intorno immediato ... L’intero parco è percorribile senza soluzione di continuità e senza barriere. Un “sentiero nel bosco” lega l’entrata dalla via Etruria con l’altra che si affaccia sulla via Cortona.

Obbiettivi raggiunti:
·ricomposizione e riorganizzazione sia al livello dell’architettura del parco che alla scala urbana con particolare attenzione all’assetto distributivo ed alla distribuzione spaziale;
·integrazione dell’intervento con le emergenze urbane (crocevia) e paesaggistiche esistenti (prospettiva mare). Considerata la tutela archeologica cui l’area è sottoposta non si propongono movimenti di terra né scavi rilevanti: la modellazione per sequenza di piani asseconda e razionalizza l’altimetria dell’area. L’anfiteatro gia esistente è base per il nuovo padiglione leggero.
Il crocevia si trasforma in piazza, l’inserimento di una rotonda arredata migliora la circolazione e sottolinea il rapporto con l’area verde speculare.
Il fronte su via Cortona, attualmente margine irrisolto e area in abbandono, viene razionalizzato e valorizzato con la collocazione di uno degli accessi
principali al Parco.



Scheda tecnica:

Area del parco - mq 6.492,00

Superficie naturalistica:
a bosco - mq 650,00
a prato - mq 2.879,00
Superficie attrezzata - mq 2.600,00

Servizi:
Padiglione mc. 475
Servizi/Magazzino mc. 175

Vegetazione:
- forestali 20 n.
(boschetto di lecci)
- esemplari isolati n. 6
(di nuovo impianto ad integrazione dei preesistenti)
- siepe ml 362,00.