architetti romani

Paola Rossi

 

 Spazio Concorsi 

realizzato

 

 

 

 

 

 

< tutti i progetti di Paola ROSSI

 

   
Paola Rossi, Ideatrice e Curatrice dal 1999 dell’Area Concorsi dell’Ordine degli architetti P.P.C. di Roma e Provincia, e consulente della D.A.R.C. – Ministero dei Beni Culturali – nell’ambito del programma “Qualità Italia – Sensi contemporanei” nonché del Ministero degli Affari Esteri – Ufficio Cooperazione per la sede di Albania.

".... si pone dunque la necessità di indurre una domanda di qualità e di coltivare l'assenso necessario. ... in questo modo il concorso diventerà anche strumento di confronto, di dibattito e di consenso, riproponendo l'architettura intesa come attività fondata innanzi tutto sull'ideazione e poi, certamente, sul saper fare."
di Paola Rossi estratto da Ar's n°32/dicembre 2000


Si riportano di seguito le linee sintetiche dell'attività di consulenza, formazione e comunicazione nonchè ricerca sulla qualità dell'architettura svolte nell'ambito del tema dei CONCORSI DI ARCHITETTURA

Consulenze
· Consulente Ministero Esteri - Ufficio per la Cooperazione-Sede di Albania in Tirana : coordinamento di due Concorsi di Progettazione da bandire con Municipio di Tirana e Ministero Economia di Albania . Anni 2007-2008.
· Consulente Ministero per i Beni e le Attività Culturali - DARC , nell’ambito di : Sensi Contemporanei - Qualità Italia_Progetti per la qualità dell’architettura. Linee guida per lo svolgimento dei concorsi. 2007-2008.
· Curatrice della Collana “Concorsi di Architettura” della casa editrice Prospettive dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. di Roma e Provincia dall’anno 2002.
· Consulente presso la Commissione Concorsi del C.N.A.P.P.C. (Consiglio Nazionale Architetti) con delibera del 25/06/2001.
· Coordinatrice della Commissione Concorsi e Gare dell’Ordine degli Architetti P. P. e C. di Roma e Provincia con delibera del 23/03/2000.
· Ideatrice e delegata responsabile dell’Area Concorsi presso l’Ordine degli Architetti P.P. e C. di Roma e Provincia dal 03.08.1999.

Areaconcorsi
L’Areaconcorsi, nata con delega di Consiglio dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. di Roma e Provincia nell’agosto 1999, trova la sua ragion d’essere nell’esigenza di voler ricercare la qualità dell’architettura nel campo professionale, ponendo al centro della propria attività il “concorso di architettura”, considerato come lo strumento più corretto e trasparente per l’accesso all’affidamento di incarichi e la realizzazione di opere di qualità. Obiettivo primario quello di garantire all’intervento pubblico (e per induzione a quello privato) quei livelli per il governo reale del territorio.
E’ stato fatto:
- l’ampliamento della Commissione Concorsi e costituzione di una sua segreteria;
- un’attività di vigilanza incessante, tramite la Commissione Concorsi, su tutti i bandi di competenza territoriale;
- una puntuale proposizione di quesiti all’Autorità di Vigilanza sui LL.PP. su tutti gli aspetti controversi della normativa ed il metodo sistematico dei ricorsi nei casi esemplari;
- una continua azione di stimolo nei confronti delle amministrazioni banditrici e di consulenza qualificata per le medesime e per tutti professionisti;
- coinvolgimento dell’Ordine degli ingegneri con la presenza di un rappresentante in forma permanente nella Commissione Concorsi congiunta arch/ing;
- in sostanza è stata operata una trasformazione della Commissione da strumento passivo quanto inutile in un gruppo di colleghi motivati che hanno svolto attività di monitoraggio, controllo, consulenza ed informazione.
In cifre:
- n. 669 bandi esaminati: da un inizio di 18 nel 1999 a picchi di 210 nel 2003, di cui molti redatti con la consulenza attiva della Commissione;
- n. 9 concorsi di progettazione promossi ed organizzati in condivisione diretta con alcune amministrazioni banditrici;
- n. 2 concorsi in corso di redazione (quello per il centro culturale della Città Alessandrina sarà pubblicato entro l’anno);
- altri sono in gestazione.
Tutte le procedure si sono concluse in tempi certi e programmati, con la nomina di un vincitore, in molti casi l’assegnazione del relativo incarico e perfino la realizzazione dell’opera (lucisuviaveneto) e, comunque e sempre, una mostra-catalogo-convegno sui risultati del concorso a rappresentare il giusto riconoscimento, a tutti i partecipanti, del proprio lavoro, ritenendo l’evento concorso un tassello della Storia dell’Architettura di un Paese. In questo senso possiamo dire che l’attività dell’Areaconcorsi ha varcato i confini provinciali e nazionali.